This event ended on April 19, 2016 7:30 PM CEST

Tim Burton

IL GOTICO EUROPEO E IL POP AMERICANO Poetica ed estetica del freak show tra neo-romanticismo, estetica dark e cinema classico. A cura di Sebastian Maulucci


Tuesday Apr 19, 2016 hours 19:30 (UTC +02:00)

VARCO Via Fanfulla da Lodi, 1, 00176 Roma

When

Tuesday Apr 19, 2016 hours 19:30 (UTC +02:00)

Where

VARCO
Via Fanfulla da Lodi, 1, 00176 Roma

Show map

Description

“TIM BURTON: IL GOTICO EUROPEO E IL POP AMERICANO” tenuto dai docenti Sebastian Maulucci e Leonardo Siniscalco.

Seminario a cura della Libera Università del Cinema

“Tim Burton è considerato uno dei più geniali cineasti del cinema americano contemporaneo e del cinema internazionale tout court. La sua poetica ed estetica sono molto personali e riconoscibili e hanno dato vita ad un cinema sui generis, difficilmente classificabile in categorie prestabilite: proprio come lui, allergico ad etichette e definizioni, a tal punto che si parla di Burton style ed è stato coniato il termine burtoniano. Romantico e pop, crepuscolare e irriverente nei confronti degli stereotipi della società americana, Burton si configura come un artista folletto, disegnatore, immaginatore di sogni, cineasta visionario e istintivo, pur lavorando all’interno dello studio system.

Durante questo incontro faremo un viaggio attraverso la filmografia del regista californiano, ripercorrendo le tappe più significative della sua carriera e le immagini più rappresentative dei suoi film navigando tra personaggi, attori, scenografie, sceneggiature e lavoro sul set.

EROI ROMANTICI E TRAGICI ANTIEROI: l’esilio dalla normalità

Edward mani di forbice (1990): la nascita del soggetto - la scelta di Johnny Depp- il lavoro scenografico

Batman- il ritorno (1992): eroi e antieroi zoomorfi – personaggi, caratteri, trucchi e scenografie: il sottosuolo vs il mondo di sopra. Il cinema espressionista: da Caligari a Murnau e Tod Browning.

Ed Wood (1994): il cinema nel cinema – i diseredati di Hollywood in un bianco e nero da “viale del tramonto”.

BRITISH AMERICAN GOTHIC: riscatto e vendetta dell’eroe romantico di Tim Burton

Sleepy Hollow (1999) Sweeney Todd (2007) e Dark Shadows (2012): i film della Hammer e il cinema muto. Lavoro su ambienti (Rick Heinrichs, Dante Ferretti,) e fotografia (Emmaneuel Lubezki, Darius Wolski, Bruno Delbonnell).

IL MONDO DI SOPRA E QUELLO DI SOTTO: Incubi in stop motion

La sposa cadavere (2005) – Nightmare before christmas (1994) Vincent (1983) e Frankenweenie (2013).

L’ARTE DEL RACCONTO E IL RACCONTO COME ARTE DELLA TRUFFA

Big Fish (2003) e Big Eyes (2015): l’arte come finzione e falsificazione.

IL PAESE DELLE MERAVIGLIE: LA FABBRICA DEI SOGNI DI TIM BURTON

A casa di Roald Dahl con La fabbrica di cioccolato (2005) - Ritorno a casa Disney con Alice in Wonderland (2010).

ticket Tickets
Price
Quantity
19:30 - 20:30
accoglienza, aperitivo e proiezione di immagini su Tim Burton
20:30 - 21:30
presentazione, inizio seminario di Sebastian Maulucci
21:30 - 22:00
pausa
22:00 - 23:00
tavola rotonda con opinionisti

LUC Libera Università del Cinema

La nostra scuola nasce nel 1983 dalla volontà di alcuni cineasti che hanno fatto la storia del Cinema, come Cesare Zavattini, Alessandro Blasetti, Leonviola e Sofia Scandurra, per formare nuovi registi del Cinema professionale. La Libera Università del Cinema, una "Bottega di Lavoro", si è rivelata come una vera e propria fabbrica di giovani professionisti oggi inseriti nell'Industria Cinematografica e Televisiva italiana ed internazionale. Nel corso degli anni è stata sostenuta da un consiglio accademico di nomi di prestigio, tra i quali: Alberto Lattuada, Tinto Brass, Callisto Cosulich, Milena Vukotic e Turi Vasile per trasmettere l'esperienza e la cultura del cinema ai giovani.

Ill nostro fiore all'occhiello è Emanuele Crialese, Cannes 2002 (Respiro), Leone d'Argento a Venezia 2006 e candidato all'Oscar 2007 (NuovoMondo), nel 2011 in concorso a Venezia con "Terraferma gli è stato assegnato il premio "Speciale della Giuria"- il premio "Francesco Pasinetti 2011" dai giornalisti e premio "Unicef".

Tra gli stranieri è Bogdan Drayer al suo sesto film realizzato in Transilvania con Depardieu, Laura Morante e Harvey Keitel. Anna Galiena: protagonista della tesi di laurea "Giù per le scale" oggi affermata attrice europea.

SHARE


Made with Metooo by:

Varco Pigneto

Visit profile Contact the organizer

Metooo fits every event planner’s need

create an event
Wall Close Wall

Contact

×

Get started

or register with

By signing up, you agree to Metooo's terms of service and privacy policy and consent to receive marketing communications from Metooo.

have an account? log in

Recover password

have an account? log in

Log in

password lost? recover or log in with

By signing up, you agree to Metooo's terms of service and privacy policy and consent to receive marketing communications from Metooo.

do not have an account? register

Metooo uses cookies. This information is used to improve service and understand your interests.
By using our services, you agree to the use of cookies. Click here to learn more.